150.000 sterline e il Defender è vostro

Il Defender, leggenda vivente, giunto al settantesimo anno di nascita. Si ma € 170.000 (al cambio attuale euro più euro meno) ci sembrano una follia. Questa ardita operazione commerciale è stata fortemente voluta per celebrare un’icona che ha fatto la storia del 4×4, per ricordare ancora una volta che Land Rover è e sarà sempre un punto di riferimento. E i 405 cavalli di questo Defender Works V8 sono il miglior modo per chiudere l’onorata carriera, iniziata nel lontano 1948. Tiratura limitata a 150 esemplari, due passi disponibili 90 e 110 e medesima dotazione tecnica. Iniziamo dal propulsore di 4.999 cc con configurazione 8 cilindri a V aspirato. La cavalleria è da dragster così come la coppia motrice di 515 Nm a 5.000 giri minuto. Per buona creanza la velocità massima è limitata a 171 km/h, dopodiché immaginiamo che un Defender potrebbe diventare molesto e non proprio facile da tenere in strada. La configurazione seppur modificata rimane la medesima; perciò ponti rigidi con molle, assistiti da una barra Panhard all’anteriore e antirollio per entrambi gli assi. I freni sono stati adeguati alle prestazioni, proprio per frenare l’irruenza di questo fuoristrada che fa registrare un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6″. Il cambio è automatico ZF a 8 rapporti dotato di riduttore. Ampia la gamma di colori disponibili che vanta 8 differenti abbinamenti, finiture satin in contrasto con il tetto e con altre parti della carrozzeria; splendidi gli inserti in alluminio satinato come il nome del modello e il tappo del serbatoio. All’interno domina la pelle Windsor.

Immutate le qualità off road

Indicazioni tecniche. Se siete interessati a questo “schiaffo alla miseria” su ruote dovete per forza contattare Land Rover Classic all’indirizzo mail info@classic.landrover.co.uk e accordarvi con loro per l’importazione in Italia. Ogni acquirente dovrà occuparsi dell’adeguamento del veicolo alle varie normative vigenti. Attenzione, in quanto il Defender Works V8 è in offerta speciale in soli 150 esemplari. Nel caso fossero già andati esauriti, non bisogna disperarsi. Land Rover ha annunciato che a breve, sempre per celebrare il 70°, verranno immesse sul mercato versioni TDCi potenziate ispirate a questo modello. Naturalmente saranno “regalate”….

La storia del V8

Le motorizzazioni V8 del Defender e dei suoi predecessori furono installate per la prima volta sulle Series III Stage 1 V8 del 1979. Il V8 Rover da 3.5 litri a carburatore erogava 90 CV.

Le Land Rover One Ten del 1983, e la Ninety del 1984, impiegarono lo stesso Rover V8 da 3.5 litri in versione da 113 CV e, dal 1987, da 135 CV.

Solo per i Defender 90 e 110 NAS (per il Nord America) dal 1992 fu montata una versione del Rover V8 a iniezione da 3,9 litri che sviluppava 182 CV, accoppiata ad una trasmissione automatica a quattro rapporti.

Nel 1998 sulla versione del 50° anniversario del Defender 90 fu installato il V8 4.0 litri da 190 CV della Range Rover 2a Generazione, con trasmissione automatica a quattro rapporti.

Il Defender Works V8 2018, equipaggiato con il 5.0 litri aspirato, è il primo Defender con propulsore V8 ad essere commercializzato dal 1998.